Lo sciacchetrà

Passito antico e raro, dono prezioso che scaturisce dalla profonda conoscenza contadina del lavoro tra terra e mare.

La memoria orale dei produttori anziani racconta che lo Sciacchetrà veniva chiamato in famiglia Renfursà  a Riomaggiore Manarola e Vin Duse a Vernazza. Ogni famiglia ne produceva una modesta quantità che veniva usata  per le ricorrenze importanti: nascite, matrimoni ed a Vernazza anche in occasione delle morti.  Veniva usato come dono per “ringraziare ed ingraziarsi” i potenti: il medico, il prete, l’avvocato e per “le raccomandazioni” in generale.

Bisogna considerare che ai primi del novecento arrivò, con le navi che transitavano dagli Stati Uniti, la filossera, un flagello per la viticultura europea. A causa dell’isolamento di questi posti, arrivò anche alle 5 terre, un poco dopo che nel resto di Europa. Molti emigrarono a causa della terribile miseria che ne conseguì. I vitigni vennero poi reimpiantati innestando la vite sul “selvatico”, ma una grande parte di terrazzamenti non venne mai più recuperata. Il resto si perse fra gli anni 60 ed 80, anni di forte calo demografico e di emigrazione alla ricerca di migliori condizioni di vita.

Mentre l’economia locale, si fondava sulla vendita dell’uva da tavola e del vino bianco, lo Sciacchetrà non è mai stato venduto fino a quando nel 1985 ha cominciato a farlo la Cooperativa Agricoltura. Ad un certo punto il vin dolce si è cominciato a chiamare Sciacchetrà, resta incerta l’origine del nuovo nome, molte le ipotesi, ma fra gli anziani e non solo si chiama ancora Renfursà.

color-sciacchetra1

color-sciacchetra3

color-sciacchetra4

color-sciacchetra5

color-sciacchetra6

color-sciacchetra7

veronica papini - June 18, 2014 - 8:39 am

Buongiorno

volevo sapere se è possibile visitare la vostra azienda, poichè sabato 5 luglio e domenica sei sarò nelle 5 terre e sarei molto interessata

cordiali saluti

Veronica

Martino - June 26, 2014 - 10:07 am

Test vedi se lo ricevi!

Alessandra De Cugis - June 26, 2014 - 12:54 pm

Buongiorno, mi scuso per il ritardo, ma non è arrivata la mail ( che avrebbe dovuto arrivare). Ci spiace, ma quel week end torniamo domenica sera a Pisa da Valencia, potremmo al limitealle 22 e 30…, magari una prossima volta?
Nel caso per cortesia potrebbe usare il bottone “contattare” sul banner in alto a destra, questo spazio serve per commentare il sito ed è dunque pubblico. Grazie per l’interesse, speriamo di incontrarci.

CONTATTARE